martedì 24 luglio 2012

Capitolo 16 (di Salomon Xeno)




Admiral City 
Independence Boulevard 
22 Aprile 2013 
Ore 6.31 AM 

Alexsej iniziava a recuperare le forze. E ad annoiarsi. 
«Vecchio mio, ti va una corsetta?» 
I gommosi sembravano scomparsi. Il nuovo amico si era rivelato un pessimo interlocutore, persino peggio degli sgherri di Mezzanotte. Perlomeno, non mancavano più di venti o trenta minuti alla Salazar Tower, dove si sarebbe finalmente risolta la sciarada di quella notte. 
«Blaster è a terra!» esclamò Sniper, affrettando il passo. Stakanov gli tenne dietro. 
Quando furono vicini all'incrocio con la Lexington Avenue, si aprì uno scenario bellico: auto capovolte, vetri infranti e un modesto cratere, ancora fumante, vicino al marciapiede. In mezzo alla carreggiata giaceva una massa metallica parzialmente fusa, che poteva benissimo essere il gemello di Sniper ridotto in pessime condizioni. Vicino a lui c'era un uomo accovacciato. 
«E tu chi saresti? Che cazzo fai?» 
Lo sconosciuto si alzò. Vestiva un kimono blu scuro e una di quelle ridicole gonne da samurai, tutta bruciacchiata. Al fianco portava un fodero nero da cui spuntava l'impugnatura di una katana. Aveva occhi a mandorla e capelli corvini. Era un giappo sulla trentina, dall'aspetto insignificante. Uno di quelli che ti offrono salsa di soia. 
Alexsej avvertì su di lui un residuo di Teleforce. 
«Mi chiamo Musashi» disse. «Sono qui per controllare che non ci siano interferenze.» 
«Nome in codice: Musashi» aggiunse Sniper con solerzia. «Livello Teleforce: non pervenuto. Stato: disperso.» 
Il samurai abbozzò un sorriso. Poi, senza aggiungere altro, si avviò verso la Lexington. 
Uno strano silenzio regnava in città. Quella mattina nessuno dei mattinieri abitanti di Admiral City osava avventurarsi in strada. Molto probabilmente erano tutti incollati al televisore, salvo i militari e qualche decina di Super. 
Alexsej decise di inseguire lo sconosciuto. 
«Senti, gonnellino! Non l'avrai ucciso tu, quel golem? Io sono Stakanov, giusto perché tu sappia chi ti romperà il grugno se non mi rispondi.» 
Musashi si accovacciò nuovamente sull'asfalto. Aveva una mano sull'impugnatura della katana. 
«Sprecheresti il tuo tempo, Stakanov» disse. «Devi imparare a percepire ciò che non puoi vedere con gli occhi.» 
In quel momento la terra si frantumò sotto i piedi. 
Alexsej fece appena in tempo a rotolarsi di lato, evitando di essere investito da frammenti di asfalto. 
Si rialzò senza esitazioni e si guardò intorno. 
Il golem, rimasto indietro, pareva illeso ma perdeva del liquido nerastro da una gamba. 
Il samurai era di nuovo in piedi e impugnava la katana, il cui filo emetteva una luce violacea, che generava riflessi minacciosi sul piatto della lama. 
L'arma era puntata verso un furgoncino a bordo strada, da cui era emersa una donna minuta. Indossava pantaloncini e una camicia di jeans, annodata sopra l'ombelico. 
«Nome in codice: Psiblade» rivelò Sniper. «Livello Teleforce: 1776. Stato: detenuta in un carcere di massima sicurezza.» 
La donna rise, facendo molleggiare i riccioli castani. 
«Detenuta, davvero!» Esclamò. «Sei proprio tu, Kensei? Sono rimasta giusto il tempo di farti pentire per avermi abbandonata in prigione!» 
Vi fu un sibilo e una forza assalì il samurai, che parò con la sua strana katana. La donna attaccò di nuovo, ma i fendenti si sfaldarono sulla guardia del samurai. 
Musashi mosse alcuni passi verso la donna. 
Alexsej gli avrebbe dato man forte, ma voleva prima accertarsi dello stato del golem. Se si era rotto, poteva dimenticare l'appuntamento con Angela. Inoltre, aveva la sensazione di essersi intromesso in un incontro privato. 
«È tutto qui, Kensei? Forse dovrei prendermela con i tuoi amichetti, ridurli come quel robottino. Comincerò con il teppista...» 
Questa volta, Stakanov se ne accorse in anticipo e riuscì a schivare la sferzata d'aria, rotolando di lato. La sciabolata lacerò l'asfalto. Adesso era chiaro come attaccava: era una dannata telecineta. 
Prima che potesse colpire di nuovo, Sniper puntò il fucile a plasma e fece fuoco. 
Psiblade deviò il proiettile con un cenno del capo, facendo esplodere la portiera di un suv. L'autovettura andò in fiamme, facendola ridere nuovamente. 
Stakanov avrebbe voluto cancellare quel suon fastidiosissimo a suon di pugni. 
Musashi prese l'iniziativa. 
«Adesso basta, Psiblade!» scandì. «Arrenditi e forse riusciamo ancora a salvare te e tuo fratello...» 
«È troppo tardi, Kensei» lo interruppe la donna. «Io non ho bisogno della tua salvezza. E neanche Magmarus! Oggi è la giornata in cui noi massacreremo i cosiddetti buoni, a cominciare da quei buffoni dello START. E adesso muori!» 
Psiblade colpì con forza inaudita, incidendo l'asfalto fino alle tubature. Un fiotto d'acqua in pressione la investì, costringendola ad arretrare. 
Musashi colse l'occasione e schizzò in avanti, dritto verso l'avversaria. Tese la lama e la conficcò a forza nel petto, così rapidamente da non darle il tempo di agire. 
Il sorriso di Psiblade si trasformò in una smorfia. Del sangue gorgogliò fra le labbra tremanti. I suoi occhi si spensero. 
«Addio, Sarah» mormorò Musashi, rinfoderando la spada. Poi alzò le spalle e si rivolse ad Alexsej. «Qualcuno passerà a prenderla. Stakanov, giusto? Se vuoi, posso dare un passaggio a te e al robot.» 
«Chi ti dice che facciamo la stessa strada?» 
«Non essere stupido. Metà dei Super esistenti si sono dati appuntamento alla Salazar Tower.» 
«A me piace correre.» 
«Il tuo robot sembra ferito.» 
«È in perfetto stato!» ribattè Stakanov, dandogli una pacca sul braccio. «Vero, vecchio mio?»
«La mia mobilità è compromessa. Preferirei che non mi toccasse.» 
L'autovettura di Musashi era un van commerciale, abbastanza capiente per imbarcarli tutti. Sul retro recava la scritta "ELECTRIC SERVICE". 
Alexsej si sedette, a disagio. 
«Meno male che non c'è traffico. Ora dritti alla torre, ok?»
«Prima facciamo un salto allo START» replicò il giapponese. «Yell teme che ci sia un traditore. Devo verificare e, eventualmente, rimuoverlo.»
«Cosa? Ma così perderò altro tempo!» 
«È inammissibile! Mi faccia subito scendere!» 
«Non dimenticare, Stakanov, che esiste più di una strada per raggiungere la cima della montagna.»
- - -
Scarica Due minuti a Mezzanotte in formato ePub o in formato Mobi aggiornato di settimana in settimana! (Impaginato da Matteo Poropat)

20 commenti:

  1. Un ottimo capitolo. Bravo Salomon!

    RispondiElimina
  2. Bello davvero, anche se penso che dedicando un capitolo singolarmente ad un'azione sia difficile poi andare avanti con la storia, visto la miriade di personaggi e vicende presenti. Vedremo coi successivi insomma.
    Parlando di questo comunque abbiamo: Musashi che è alleato di Yell (magari uno dei mitici Sei?!)e che è un fico da paura; uno degli evasi che viene tolto di mezzo (mi è sembrata un po' ingenuotta però a farsi esplodere una tubatura in faccia da sola); e la mitica situazione di Stakanov e Sniper xD ''E' in perfetto stato! Vero vecchio mio?!''. Ahahahaha fantastica :)
    Mi sono divertito insomma! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, lo so, è un po' monolitico, ma ho preferito iniziare e chiudere la scena.
      Convenvo che Psiblade sia un po' ingenua. Ma è anche una psicolabile e sono convinto che certe cose uno/a se le va a cercare!

      Elimina
    2. P.s Piccolissima nota, e spero di non risultare antipatico (o peggio egocentrico). Nel capitolo 14 (quello che ho scritto io appunto) Sniper e Stakanov erano già arrivati sotto la torre. Vabè, alla fine è una svista accettabile dato che non li nominavo esplicitamente ma dicendo ''un rottame col fucile e un teppista dall'aria sfigata''.

      Elimina
    3. Mi dispiace, mi è proprio sfuggito. Sento di avere fratturato irrevocabilmente la continuity...
      Spero che non escano fuori altri doppioni! ^^

      Elimina
    4. 'Sto Lollatore che sotto i baffi se la ride :P

      Elimina
    5. Allora alle 6:18 Il punk con il golem è stato intravisto alla Salazar. Alle 6:31 incontrano Kensei. Nulla toglie che siano stati 'allontanati' dai reparti di supporto dello START.
      Mi piace fare il rattoppa continuity :)

      Elimina
    6. Ottimo :) Avevo scordato di guardare l'orologio xD

      Elimina
    7. Lol, avevo messo quel 6:31 per dare tempo a Psiblade di essere lì. In effetti, può essere una soluzione. Basta modificare un paio di cose.

      Elimina
  3. Bel capitolo, chiaro e ben scritto. Musashi è un bel personaggio! Penso anche io che sia uno dei sei grandi Vecchi, venuti a rimettere in riga i giovanotti. La coppia comica Stakanov-Sniper mi sta a cuore per ovvi motivi, ma è veramente esilarante, non avrei mai immaginato una cosa simile quando ho ideato il russo! Questi sono i risultati di una round robin come si deve...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stakanov ormai è una star indiscussa.

      Elimina
  4. Bene, bene. Così abbian ripreso la storia dei fuggiaschi (povera Psylocke, ehm Psiblade), abbian fatto la conoscenza di un super che qualcuno può mettere in mezzo ai Sei Saggi di Hokuto, e abbiamo ribadito che la coppia Stakanov-Sniper è la vera protagonista di questa RR, altro che AD e Libby. Quanto mi piacciono quei due :)
    Capitoli così ci vogliono, sono diretti, aprono possibilità ma ne chiudono altre, facendo progredire la storia.
    Bravo :)

    RispondiElimina
  5. Mi piace, anche se speravo in qualche decesso in più... sì, lo so, sono un sanguinario!
    Per il resto, complimenti e ottimo il modo in cui sta evolvendo Stakanov: perfetto e potente! :D

    RispondiElimina
  6. Niente da fare: Stakanov è il mio preferito. Ho notato anch'io che avrebbe già dovuto essere alla torre, ma va bene lo stesso.
    Chissà quando Sniper farà la sua mossa?
    Dio, come vorrei poter scrivere un capitolo anch'io...
    Il Moro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari l'ha già fatta, ha dato un colpo in testa a Stak sotto la torre e l'ha riportato nell'Independence Blvd! ^^

      Elimina
  7. Se american dream e mezzanotte si son sdoppiati, può farlo anche stakanov, evidentemente :P
    A questo punto, se i sette sono i vecchi super, i primi tre sono rebel yell, salazar e musashi, giusto? ma è ancora possibile che il criterio che li raggruppa sia un altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho intesa così. Finora mi sembra che sia stato usato in lucuzioni tipo "Yel e i Sei". Però non è detto, eheh, dipende molto da chi seguirà.
      Però propenderei anch'io per sette "vecchi" super. Altre soluzioni mi sembrano un po' strane.

      Elimina
  8. Tornare dalle ferie e trovare un capitolo così bello: non ha prezzo. La coppia Stakanov/Sniper sta avanzando esattamente come speravo, fantastica Psiblade (RIP, ma contro un figone come Musashi non c'è storia :D) e ottima l'azione. Perchè ci vuole azione, diamine! Sei stato magnifico, Xeno! :D

    RispondiElimina